Progetto Educazione motoria 2020-2021

Progetto: Le Meraviglie della Natura

Insegnante Giulia Zanetti

Le finalità generali di questo progetto sono quelle indicate nelle Indicazioni Nazionali ministeriali e saranno:

  • Contribuire alla maturazione complessiva del bambino
  • Promuovere la presa di coscienza del valore del corpo
  • Saper interagire con gli altri
  • Contribuire allo sviluppo di una positiva immagine di sé
  • Favorire la comunicazione intesa come scambio felice

GLI OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE:

  • Percezione globale del corpo e dei suoi segmenti;
  • orientamento ed organizzazione spazio-temporale;
  • conoscere e giocare con gli attrezzi;
  • socializzazione;
  • unità basiche del movimento.

GLI OBBIETTIVI SPECIFICI DA RAGGIUNGERE:

PERCEZIONE GLOBALE DEL CORPO E DEI SUOI SEGMENTI

  • costruzione globale dello schema corporeo
  • rappresentazione mentale del proprio corpo sia in forma statica che dinamica
  • sviluppare la dominanza
  • acquisire consapevolezza e controllo della respirazione

ORIENTAMENTOED ORGANIZZAZIONESPAZIO-TEMPORALE

  • elaborazione ed organizzazione progressive dello spazio
  • scoprire lo spazio come entità fisica misurabile, confrontabile, modificabile (superfici, estensioni, altezze)
  • ordinare la successione degli avvenimenti nelle attività (prima, dopo durante)
  • conoscere sequenze ritmiche abbinando musica e movimenti del corpo

CONOSCERE E GIOCARE CON GLI ATTREZZI

  • classificare gli oggetti in base alla grandezza, alla forma e ai colori
  • utilizzazione del materiale in modo creativo e originale superando gli usi convenzionali
  • utilizzare oggetti d’uso quotidiano (giornali, foulard, scatole)

SOCIALIZZAZIONE

  • partecipare alle attività motorie e ai giochi di gruppo nel rispetto di semplici regole di base
  • rispettare lo spazio e i tempi degli altri
  • aiutare gli altri, sentirsi parte del gruppo

UNITA’ BASICHE DEL MOVIMENTO

  • elaborazione degli schemi motori posturali di base
  • elaborazione degli schemi motori di base del correre, saltare e lanciare
  • elaborazione degli schemi motori di base dell’arrampicarsi, rotolare e strisciare

Il tema  del progetto formativo che unirà tutte le unità didattiche sarà quello della scoperta della natura e delle sue meraviglie.

UNITA’ DI APPRENDIMENTO

UDA AUTUNNO: settembre/ ottobre/novembre

  • conoscenza del gruppo e dell’insegnante
  • la scoperta del corpo: come siamo fatti e quanti movimenti possono fare i nostri segmenti corporei
  • yoga: le posizioni  legate alla stagione dell’autunno
  • percezione del proprio respiro
  • giochi di imitazione corporea degli animali

UDA INVERNO: dicembre/gennaio/ febbraio

  • schemi motori di base: correre, camminare, saltare, rotolare, strisciare utilizzando differenti attrezzi
  • costruzione del proprio schema corporeo
  • yoga: le posizioni legate alla stagione invernale
  • scoperta dello spazio come entità misurabile e confrontabile  (altezza e lunghezza)

UDA PRIMAVERA: marzo/aprile/maggio

  • yoga: conoscere la sequenza, dettata dal ritmo del proprio respiro, del saluto al sole
  • imparare la sequenzialità dei movimenti, del rispettare lo spazio e il tempo altrui come il succedersi delle stagione, anche durante i giochi
  • schemi motori di base: arrampicarsi, afferrare, lanciare
  • rappresentazione  mentale del proprio schema corporeo
  • sviluppo della dominanza

METODOLOGIA

le lezioni si svolgeranno in palestra in piccoli gruppi suddivisi per età, in cui i bambini giocheranno sia in modo libero, strutturato e semi-strutturato. Le unità didattiche sono crete in modo tale che ci sia sempre una parte di espressione corporea libera del bambino su quello che si è proposto, per dar modo al bimbo di rielaborare le esperienze vissute. L’insegnante sarà parte attiva durante l’attività.

Si procederà di pari passo con l’alternanza delle stagioni e saranno in linea con le altre attività didattiche proposte in classe.